Prec
Succ

8cento APS

Anno sociale 2022-2023

Finite le vacanze Natalizie è ora di ricominciare con i nuovi corsi.
Per conoscere nuove persone che condividono la stessa passione inaspettata.
Per rimettersi in forma dopo gli eccessi delle festività.
In preparazione ai prossimi eventi, così da poterne essere protagonisti.

In evidenza

Vuoi altre 
informazioni? Contattaci
Curioso di provare? La prima lezione dei corsi è GRATIS

Da Jourdelò

His-Imperial-Majesty-Emperor-Norton-I (Miniatura 522x696 px)A perentoria richiesta e desiderio di una larga maggioranza di questi Stati Uniti, io, Joshua Norton, un tempo cittadino di Algoa Bay, Capo di Buona Speranza, e oggi e per gli ultimi scorsi 9 anni e 10 mesi cittadino di San Francisco, California, dichiaro e proclamo me stesso Imperatore di questi Stati Uniti; e in virtù dell’autorità in tal modo acquisita, con la presente ordino ai rappresentati dei diversi Stati dell’Unione di riunirsi in assemblea presso il Music Hall di questa città, in data primo Febbraio prossimo venturo, e lì procedere alla modifica delle leggi esistenti dell’Unione al fine di correggere i mali sotto i quali questa nazione si trova ad operare, e in tal modo ripristinare la fiducia, sia in patria che all’estero, nell’esistenza della nostra stabilità e integrità. Norton I, imperatore degli Stati Uniti.

Autore: Raffaele Sorgetti
Segue
Ico Pirotecnica (Miniatura 510x508 px)Bologna vantava un’antica tradizione di maestri pirotecnici, riuniti almeno dal 1731 nella Pia unione S. Barbara, attraverso cui si esercitava la solidarietà tra i soci e le tutela dell’arte. Un’associazione tuttavia che non aveva grande vitalità, più propensa a guardare al passato che non al futuro.
Nella primavera del 1863 un gruppo di soci della Pia unione, convinti della necessità di uscire dall’immobilismo, che li confinava nel ruolo di semplici esecutori di giochi per feste popolari, lasciavano la vecchia associazione per dare vita alla Società pirotecnica italiana...
Autore: Mirtide Gavelli - Fiorenza Tarozzi
Segue
Furore soleva scrivere già sulla busta Gioachino per preannunciare alla madre Anna e, in seconda battuta, al padre Giuseppe il clamoroso successo di pubblico ottenuto dalla sua nuova opera. Oppure, in caso contrario, Fiasco, magari disegnando il recipiente. Ora più grande, ora più piccolo.
E, accanto al nome di Anna Guidarini, aggiungeva madre del celebre compositore Gioachino Rossini.
Autore: a cura di Loretta Pavan
Segue
Canto muto

Mi posi al cembalo, coi versi di Goffredo sul leggio, e strimpellavo, assassinavo colle dita convulse quel povero strumento, (…) mettendo giù frasi melodiche, l’un sull’altra, ma lungi le mille miglia dall’idea che potessero adattarsi a quelle parole. Mi alzai scontento di me; mi trattenni ancora un po' in casa Valerio, ma sempre con quei versi davanti agli occhi della mente. Vidi che non c’era rimedio, presi congedo e corsi a casa. Là, senza neppure levarmi il cappello, mi buttai al pianoforte. Mi tornò alla memoria il motivo strimpellato in casa Valerio: lo scrissi su d’un foglio di carta, il primo che mi venne alle mani; nella mia agitazione rovesciai la lucerna sul cembalo e, per conseguenza, anche sul povero foglio; fu questo l’originale dell’inno “Fratelli d’Italia”.

Autore: Loretta Pavan
Segue

newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter!
Ti aggiorneremo sulle nostre iniziative.
 
 
 
* Consenso privacy (Campo obbligatorio, il campo deve essere Si)  
Partner e sostenitori
Ministero della Cultura Regione Emilia-Romagna
Comune di Bologna Bologna Estate Bologna è Cultura Città Metropolitana di Bologna Museo Civico del Risorgimento - Bologna Musei Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano - Comitato di Bologna Manifestazione Storica della Regione Emilia-Romagna
© 2013 - 2023 8cento.org - Tutti i diritti riservati
🕑